CULTURA

Grazie alla sua storia ricca e variegata, l’Estonia è un crogiolo di diverse culture, ma ha sempre dato molta importanza al mantenimento di una propria identità, e questo è stato di aiuto al Paese quando si è trovato in difficoltà.

Gli estoni hanno uno stretto legame con i Paesi nordici, a causa della profonda influenza culturale e religiosa che è derivata nei secoli dalla colonizzazione e dalla occupazione scandinava.

L’Estonia dà grande importanza all’istruzione e valorizza al massimo il suo patrimonio culturale e le sue tradizioni, nonché il suo originale folclore.

Nel 1944, l’èlite della cultura estone fuggì in esilio, da dove continuò a svilupparsi, mentre in Estonia la maggior parte degli intellettuali si dava ad una opposizione silenziosa. In ogni caso la cultura russa non ha avuto una influenza fondamentale sugli estoni. Invece, l’Estonia ha in comune con la Finlandia la musica dell’inno nazionale e anche l’epica ha personaggi simili.

CULTURA

CARATTERE ESTONE

Gli estoni sono persone spirituali, che hanno a cuore profondamente la propria terra e sono capaci di offrire agli ospiti un dono unico in termini di armonia e naturalezza.

Dato che la vita nordica è profondamente collegata con le stagioni, gli estoni sono più introversi durante i freddi e nevosi inverni e molto energici e comunicativi nelle caldi e luminose estati.

Sono anche persone colte e danno molto valore alla poesia, alla musica, alla letteratura nazionale, ma rendono omaggio anche alla scienza e alla tecnologia. Amano avere conferme scientifiche, ma sono aperti all’innovazione e al progresso e molto spesso si trovano a cavallo tra la voglia di avventura e l’istinto di conservazione.

Gli estoni sono dotati di un senso dell’umorismo, dell’ironia e dell’autoironia. Una delle più famose poetesse estoni, Viivi Luik, dice che lo humor estone è più nero di quello inglese, e si tratta principalmente di humor macabro. Dietro l’apparenza coraggiosa dell’ironia, si cela un animo nostalgico e un cuore tenero. Di generazione in generazione, gli estoni hanno imparato a battersi, anche nelle situazioni più disperate.

LINGUA

La lingua estone deriva dal ceppo ugro-finnico, di cui fanno parte anche l’ungherese e il finlandese. Si può dire che il finlandese e l’estone sono simili come lo spagnolo e l’italiano. Lettone e lituano fanno parte del ceppo linguistico indoeuropeo e sono simili tra loro, ma del tutto diversi dall’estone.

È una credenza errata quella che l’estone sia simile al russo. Il russo è una lingua slava e utilizza caratteri cirillici. Chiunque abbia più di 30 anni ha studiato il russo come materia obbligatoria, quindi si tratta di una seconda lingua per la generazione più adulta, anche se gli estoni lo parlano con riluttanza. I più giovani studiano, come seconda lingua, l’inglese.

L’identità estone è strettamente legata alla sua lingua. Gli estoni sono orgogliosi di parlare una splendida lingua che è lingua madre di appena 1.1 milione di persone in tutto il mondo.

 

Ciao

Tere / Tsau (informale)

Arrivederci

Head aega / Nägemist

Per favore 

Palun
Grazie

Tänan / Aitäh (informale)

Scusa

Vabandust

Si

Jah

No

Ei

Buon appetito!

Head isu!

Salute!

Terviseks!

 

LINGUA

MUSICA

La musica e il canto hanno avuto nei secoli un ruolo fondamentale nella conservazione della nazione estone, della sua cultura e della sua identità.

Il più famoso ambasciatore di Estonia è sicuramente Arvo Pärt – uno dei compositori della musica sacra più noti del mondo. Dopo le esperienze nella musica d'avanguardia si cominciava a interessarsi al canto gregoriano e alla musica antica e si è dedicato alla musica sacra, elaborando uno stile ascetico e minimalista, basato su antichi procedimenti compositivi, dove voce assume un ruolo determinante.

Altri musicisti di livello internazionale sono Erki-Sven Tüür, Neeme Järvi, Tõnu Kaljuste, Lepo Sumera, Veljo Tormis, Rudolf Tobias e vari altri.

L’Estonia vanta una serie di direttori d’orchestra e cantanti classici di alto livello.

LETTERATURA

La letterattura estone attinge largamente al retaggio folkloristico. La moderna lettura estone sorse intorno alla metà del XIX secolo, con la redazione di poemi epici basati sul patrimonio di leggende e racconti tramandati oralmente per secoli precedenti.

L’autore estone più conosciuto e tradotto è Jaan Kross, che è stato più volte candidato al Premio Nobel per la Letteratura. I suoi racconti dipingono in maniera realistica la vita degli estoni e le loro relazioni con i baroni baltico - tedeschi e con i russi.

Tra i più grandi scrittori estoni ci sono anche Anton Hansen Tammsaare con la sua pentalogia Tõde ja õigus (Verità e Giustizia, 1926–1933) il quale è considerata una delle opere fondamentali della letteratura estone; Eduard Vilde, Marie Under, Betti Alver, Friedebert Tuglas e Karl Ristikivi.

Gli autori contemporanei più popolari sono Jaan Kaplinski, Andrus Kivirähk e Tõnu Õnnepalu.

LETTERATURA
LETTERATURA
LETTERATURA

ARTE

Un’artista dallo stile molto particolare è Jüri Arrak con i suoi dipinti spesso inspirati dalla mitologia estone sembrano infantili in apparenza ma hanno un forte impatto evocativo. Le sue opere sono esposte anche a New York e a Mosca.

Il lavoro giocoso dell'artista contemporaneo Navitrolla è caratterizato da giraffe, zembre e leoni chi appaiano su suoi dipinti a volte come figure solitarie sovrapposte a scenari tetri sotto cieli enormi, e a volte con tratti riccamente tinteggiati. 

La biennale di Venezia, dove il Paese è stato rappresentato dai migliori artisti dell’avanguardia nazionale, come ad esempio, Jaan Toomik e Ene-Liis Semper, Marco Laimre, Kaido Ole e Marko Mäetamm, ha avuto un importante ruolo nel far conoscere la moderna arte estone ad un vasto pubblico.

DESIGN

Il design estone è un mix appassionante di tecnologia e tradizione. La bravura dei designers estoni nel collegare la conoscenza e le antiche tradizioni degli antenati nordici con una visione moderna, ricca di innovazione e tecnologia high –tech, lo rende unico nel suo genere. Lo caratterizzano l’efficienza nordica e la semplicità ascetica unita alla giocosità dell’Occidente, ed una serie di soluzioni scelte per giungere alla perfezione.

MODA

L’Estonia è ricca di giovani talenti nel campo della moda di alto livello.

Tiina Talumees, una delle più note creatrici di moda estone, unisce alta moda e creazioni su misura: tailleurs, vestiti da sera e da cocktail, abiti da sposa e soprabiti.

Riina Põldroos assieme ad Aldo Järvsoo e Ketlin Bachman ha ideato il marchio “Embassy of Fashion” (l’Ambasciata di Moda) e sono da sempre i precursori della moda estone.

Liisi Eesmaa e Karolin Kuusik formano il team creativo di “Tallinn Dolls” (Bambole di Tallinn), che si concentra maggiormente sul prêt - a -porter.

Reet Aus è una stilista teatrale, cinematografico e di moda chi ha deciso di vivere una “vita senza chimica” e di utilizzare la filosofia del riciclo al massimo, dando nuova vita a vecchi indumenti, scarti di produzione ed altri materiali inutilizzati dall’industria. L’attrice di Hollywoood Lucy Liu ha indossato le sue creazioni.

Tanel Veenre è una brillante stella di fama internazionale nel campo della moda, che si dedica all’arte della gioielleria. Si trova spesso tra San Francisco e Istanbul per inaugurare le sue mostre, facendo tappa a Monaco per ritirare premi, e passa da Tallinn per dare lezioni a giovani studenti delle scuole d’arte o per scrivere per le più note riviste culturali.

Scopri i nostri pacchetti Bellezza, Spa & FashionFashion & Gourmet